KINESIOLOGIA & POSTUROLOGIA

 

 

Dott.ssa Elisabetta Paolini

 

Kinesiologa & Posturologa
Naturopata RIZA
Dermoriflessologa

 

Mail: e.paolini@quintessenza.net
Mob: 348/3036256

 

 

KINESIOLOGIA APPLICATA

 

La Kinesiologia Applicata è nata nel 1964 grazie a George Goodheart, medico di Detroit che, sottoponendo i suoi pazienti a specifici test muscolari, scoprì che in alcuni casi i muscoli risultavano deboli al tatto, ma non si individuava atrofia o altre cause visibili di debolezza. La maggior parte dei test muscolari usati in Kinesiologia Applicata, non valutano la potenza del muscolo ma cercano di capire in quale modo il sistema nervoso ne controlli la funzione del muscolo. Ciò è stato definito «neurologia funzionale».

La Kinesiologia Applicata valuta il rapporto tra tono muscolare, postura e stato di salute generale. Ogni muscolo del corpo innerva e si associa a specifici organi: quando un organo è in stato disfunzionale, il muscolo ad esso associato perde tonicità. Attraverso il Test Muscolare, si identificano le alterazioni posturali e organiche che possono evolvere in una sintomatologia conclamata. Il trattamento fisico dei punti Neurovascolari e Neurolinfatici, ripristina la funzionalità del sistema muscolo-organo-viscere. L’efficacia del trattamento è valutata attraverso una seconda somministrazione del Test Muscolare.

Le tecniche di trattamento utilizzate in Kinesiologia Applicata sono:

  • Correzione della colonna vertebrale e manipolazione delle articolazioni
  • Bilanciamento dei meridiani
  • Bilanciamento del sistema cranio-sacrale
  • Trattamento del recettore nervoso
  • Terapia nutritiva

Lo stato di salute di un soggetto si ottiene dal perfetto equilibrio dinamico di struttura, biochimica e psiche. L’alterazione di uno di questi fattori, determina, da un lato, malattia, dall’altro, interferisce con gli altri due fattori determinando il peggioramento e/o la cronicizzazione dei sintomi. Tutto ciò è di fondamentale importanza, in quanto porta ad avere una concezione olistica dell’uomo.

La Kinesiologia Applicata riconosce che il corpo è un meccanismo che ha la capacità di sostenersi e di correggersi da solo. L’applicazione di questa tecnica permette di valutare l’equilibrio o il disequilibrio di una persona in relazione a stimoli esogeni o endogeni, di individuare la causa dello squilibrio corporeo e infine di attuare il trattamento correttivo adeguato.

Il nostro corpo risponde a qualsiasi richiesta adattandosi in molti modi e su molti livelli: muscolare, viscerale, vasale, ghiandolare con lo scopo di mantenere il suo equilibrio. Ogni qualvolta si pratica una correzione fisica di un muscolo, spontaneamente la postura del soggetto si modifica e la percezione del corpo nello spazio muta; se il trattamento interviene su un organo o un viscere, con la sua emozione correlata, il soggetto vive un corpo nuovo, corpo che si è modificato nel corso del trattamento e si modifica nella sua nuova relazione con il mondo esterno.

Sono molte le cause che possono determinare alterazioni dell’equilibrio omeostatico dell’organismo: un danno organico, il mal funzionamento di una ghiandola, l’alterazione di un dente o un’emozione, tutte queste cause possono innescare catene di eventi che, dopo accurate indagini, possono essere identificati come la causa dello squilibrio dell’organismo. I muscoli, per la loro stretta connessione con il sistema nervoso, se opportunamente analizzati, possono fornire preziose indicazioni per identificare, non solo la causa del disagio, ma anche tutte quelle situazioni critiche o traumatiche che possono aver influito sulla dinamica di adattamento dell’organismo; possono anche raccontare tutti quegli stati di alterazione e squilibrio che precedono la malattia vera e propria.

GINNASTICA POSTURALE E MAKKO-HO

 

Lao Tse: «La flessibilità trionfa sulla rigidità, la debolezza sulla forza. Ciò che è malleabile è sempre superiore a ciò che è inamovibile. Questo è il principio secondo cui il controllo delle cose si ottiene collaborando con esse, la supremazia tramite l’adattabilità».

La particolarità del percorso di Ginnastica Posturale e Makko-Ho è l’integrazione armonica di tecniche di rieducazione funzionale che riguardano:

  • Metodi convenzionali di ginnastica posturale ed antalgica, quali McKenzie e Back School, mirate al recupero della mobilità articolare, del tono muscolare e degli schemi posturali e motori originali.
  • Metodi propri della Medicina Tradizionale Cinese che comprendono il riequilibrio dei Meridiani Energetici Corporei attraverso l’impiego dei Makko-Ho.

 

I benefici:

  • Cura dei disturbi dell’apparato muscolo-scheletrico come scoliosi, lordosi, sciatalgie, cervicalgie
  • Prevenzione di artrosi ed osteoporosi
  • Miglioramento delle condizioni di salute, sia fisica che psico-emotiva
  • Aumento della forza e dell’elasticità muscolare
  • Accrescimento della densità ossea
  • Solidità della colonna vertebrale e miglioramento del nutrimento del disco intervertebrale e delle cartilagini articolari.
  • Aumento della tolleranza al dolore e diminuzione del rischio di ricadute per chi ha sofferto di lombalgia e cervicalgia

MAKKO – HO

  • Esercizi per l’apertura, l’ allungamento e la tonificazione dei Meridiani Energetici
  • Pratica anti-stress e riequilibrante
  • Successione di movimenti di stretching che apportano sollievo alla muscolatura e ci mettono in contatto con l’intero nostro organismo inducendo alla meditazione

La struttura energetica dell’essere umano è composta da una fitta rete di canali energetici: i Meridiani.  Essi portano l’energia in ogni parte, organo e cellula del corpo. Il libero fluire dell’energia in questi meridiani è la base fondamentale per il benessere e per la salute; gli esercizi Makko-Ho sono molto utili a tale scopo.

Il Makko-Ho è una particolare forma di Qi Gong creata da Shizuto Masunaga, fondatore di uno degli stili più conosciuti di Shiatsu ed è una  pratica relativamente breve, ma estremamente potente, una successione di esercizi per promuovere, aumentare e migliorare la circolazione del Sangue (XUE) e dell’Energia (QI) nei diversi Meridiani Energetici della Medicina Tradizionale Cinese (MTC) e nei relativi Organi e Visceri associati.                                                                                    

Il Makko-Ho deriva quindi dall’antica pratica e cultura della salute Cinese (Tuina, Agopuntura, Moxibustione), dal Dao Yin Qi Gong (Pratiche per Nutrire la Vita)e anche dalla saggezza Indiana (Yoga, Ayurveda, Meditazione); ogni esercizio corrisponde strettamente ad uno dei 5 Movimenti della Medicina Tradizionali Cinese (MTC), a due dei 12 Meridiani Principali ed ai corrispondenti Organi e Visceri.

Gli esercizi Makko-Ho ci possono insegnare a sfruttare al massimo le nostre capacità, portando il corpo al suo limite di resistenza, ma mantenendo una respirazione calma e rilassata. Eseguendo questi esercizi tutti i giorni si migliorerà, giorno dopo giorno, il fluire dell’energia nei meridiani stessi. Eventuali blocchi energetici lentamente si scioglieranno e si potrà così mantenere una condizione di salute ottimale e prevenire l’insorgere di malesseri e malattie.

I Movimenti del Makko-Ho:

  • Movimento METALLO (JIN): Meridiano del Polmone (P) e Grosso Intestino (IC)
  • Movimento TERRA (TU): Meridiano di Stomaco (S) e Meridiano di Milza (M)
  • Movimento FUOCO IMPERIALE (HUO): Meridiano di Cuore (C) e Meridiano di Intestino Tenue (IT)
  • Movimento ACQUA (SHUI): Meridiano di Vescica (V) e Meridiano di Rene (R)
  • Movimento FUOCO MINISTERIALE (HUO): Meridiano di Ministro del Cuore (MC) e Meridiano di Triplice Riscaldatore (TR)
  • Movimento LEGNO (MU): Meridiano di Vescica Biliare (VB) e Meridiano di Fegato (F)
  • MASSAGGIO ANTALGICO

 

MASSAGGIO COREVEDICO

 

Massaggio posturale, terapeutico e sportivo

  • Trattamento specifico per le patologie del rachide: lombosciatalgie, cervicalgie, ernie, dolori muscolo-articolari
  • Recupero e aumento della funzionalità muscolo-articolare, anche post operatoria (anca, ginocchio, spalla)
  • Decontratturazione e tonificazione dell’apparato muscolare
  • Linfodrenante

 

 

MASSAGGIO THAY COREANO

 

Tecnica madre dell’osteopatia moderna (stretching passivo)

  • Riequilibrio delle tensioni muscolari
  • Prevenzione dei blocchi articolari
  • Recupero dell’elasticità muscolo-articolare

 RIFLESSOLOGIA PLANTARE

 

La Riflessologia Plantare è un’arte gentile, una scienza affascinante e una forma estremamente efficace di massaggio terapeutico del piede, che ha assunto un ruolo sempre più notevole nel campo della medicina complementare. È una scienza, perché si basa su ricerche fisiologiche e neurologiche ed è un’arte perché molto dipende dall’abilità del terapeuta nell’applicare le nozioni e dalle dinamiche che si instaurano tra chi pratica e chi riceve.

La riflessologia è una terapia “olistica”, un termine derivante dal greco holos, che significa “intero”; quindi considera l’individuo come un’entità che comprende corpo, mente e spirito. I riflessologi non isolano la malattia per tentare di eliminare i sintomi, né agiscono in modo specifico su di un organo o un apparato che presenta dei disturbi, ma piuttosto operano sulla persona nella sua interezza, allo scopo di farle raggiungere uno stato di equilibrio e armonia.

Non è un normale massaggio del piede o del corpo in generale: è una tecnica basata sulla pressione di specifici punti riflessogeni del piede, che si fonda sulla premessa che tali zone riflessogene hanno delle corrispondenze in tutte le parti del corpo. Dal momento che il piede rappresenta un microcosmo del corpo, tutti gli organi, le ghiandole e altre parti, vi sono rappresentati in una disposizione simile. La pressione viene applicata sulle aree riflessogene utilizzando precise tecniche di manipolazione con il pollice e con le altre dita della mano.

Il trattamento di riflessologia apporta diverse alterazioni fisiologiche perché stimola il potenziale autocurativo del corpo stesso. Possiamo quindi affermare che i piedi rivestono un ruolo fondamentale nel raggiungimento e nel mantenimento della salute e del benessere.