Sciogli la tua Voce

 

balbuzie: sciogli la voce

BALBUZIE, EMOZIONI E CONSAPEVOLEZZA:

SCIOGLI LA TUA VOCE

TERAPIA INDIVIDUALE E DI GRUPPO 
CON L’ UTILIZZO DEL DOPPIAGGIO
   
 Rivolto a chi presenta:
- Disturbi nella fluenza verbale e difficoltà nel parlare in pubblico
- Difficoltà Relazionali (Timidezza, Ansia, Emotività)

 

Per informazioni e iscrizioni
Dott. Luca Militello – Logopedista            340/3207424   luca.militello.90@gmail.com
Dott. Emanuele Arletti – Psicoterapeuta   340/7667940   e.arletti@quintessenza.net

 

Costo Individuale: 70 euro ogni incontro (durata 1 ora e 30)
Costo Corso di Gruppo: 300 euro a persona per 10 incontri

Premessa

 

Fluenza e disfluenza verbali

La fluenza è generalmente descritta come il naturale scorrere del linguaggio. Per la maggior parte dei parlanti, parlare fluentemente è facile e non richiede alcuno sforzo. Un eloquio fluente è generalmente libero da interruzioni, blocchi, e ripetizioni o frammentazioni di parole. La disfluenza è un’alterazione del naturale scorrere del linguaggio. Per tutti i parlanti, un limitato grado di disfluenza è normale. Per esempio, possono inserire brevi suoni o parole, come “ehm”, “cioè”, o “quindi”, mentre parlano. Le balbuzie comprendono invece ripetizioni di sillabe e parole (ga-ga-ga-gatto), prolungamento di suoni (sssss-secchio, ffffff-fieno), e blocchi completi del flusso respiratorio o della produzione di suono.

Timidezza, ansia ed alta emotività espressa

Siano esse manifeste o mantenute ad un livello di iper-controllo, gli stati di ansia, timidezza ed emotività, esprimono possibili difficoltà relazionali nei diversi contesti di riferimento. In tal senso l’attività di doppiaggio, può generare percorsi di consapevolezza e nuovi stimoli orientati al cambiamento e alla coscienza di sè. 
Il trattamento sfrutta il contesto divertente della “recitazione cinematografica”, di sua natura efficace per affinare le capacità verbali e comunicative, e lo coniuga con un trattamento specifico tradizionale.

 

 

Obiettivi e finalità specifiche

L’attività di doppiaggio viene messa al servizio degli esercizi e della ricerca per un linguaggio fluente e per migliorare le competenze relazionali e la consapevolezza di sè e delle emozioni vissute. La postura, la respirazione, la lettura, il ruolo da interpretare, il percorso psicologico interiore, per giungere alla identificazione col proprio personaggio, determinano un linguaggio nuovo: la balbuzie viene dimenticata, abbandonata, per dare spazio a una fluidità linguistica; timidezza e ansia diventano amiche da conoscere, comprendere e dalle quali non temere le re-azioni Il potenziale di capacità linguistica e relazionale emerge proprio perché, attraverso la proiezione nel personaggio, il parlante libera il proprio parlato dai “vincoli” che hanno generato lo stato di malessere. É chiaro, poi, che deve avvenire un processo di interiorizzazione di tale vissuto.
Nella pratica del doppiaggio cinematografico ci sono i vincoli del tempo in cui dire la “battuta”, il bisogno di articolare, di adeguarsi al parlante che si va a doppiare, imponendo così un flusso ritmico ed armonico del discorso.
“Sciogli la tua voce” è la capacità e l’intenzione di elaborare i vissuti, per ristabilire col proprio linguaggio il giusto rapporto.
Superare la paura di parlare al pubblico, saper gestire i tempi verbali: questi sono i propositi di un gruppo di persone con difficoltà relazionali e nella fluenza del parlato, tutti pronti a mettersi in gioco in un’esperienza di doppiaggio che è un po’ gioco e un po’ terapia.
Questo Laboratorio e Tempio della comunicazione, si presenta come forte strumento espressivo e potenziamento della personalità, con la determinazione a parlare e sperimentare nuove esperienze vocali, libere dai vincoli soggettivi. La difficoltà linguistica e relazionale, diventa il terreno della ricerca, che porterà a scoprire le svariate potenzialità del linguaggio e dei propri vissuti.

 

Programma del Corso

L’iter che porterà i partecipanti al microfono, li vede protagonisti di un intenso allenamento, in compagnia di un logopedista e di uno psicoterapeuta esperti.
Si lavorerà su:
  • Voce e respirazione
  • Articolazione del linguaggio
  • Fluenza, ritmo e tempi di parola
  • Lettura e conversazione
  • Improvvisazione
  • Studio del Personaggio, attraverso l’analisi di scene e monologhi
  • Analisi dei diversi stati emotivi
  • Doppiaggio con registrazione voce e montaggio video
L’incontro tra Logopedia e Psicoterapia è assolutamente indispensabile. La fonetica, a sua volta, è intimamente collegata alla respirazione, la quale, poi, è strettamente collegata alla psicologia della persona, ai suoi stati d’animo, soprattutto alle sue ansie, che si accentuano di fronte al linguaggio, generalmente molto problematizzato e temuto, a causa delle possibili manifestazioni.
Gli esercizi di fonetica, le registrazioni audio del parlato, si mescolano con il lavoro psicoterapeutico, teso a riconciliare la Persona con la propria comunicazione intima, ossia con la sua disponibilità a mettersi in gioco, in un contesto accogliente e professionale, per parlare ed esprimere gradualmente e consapevolmente i propri contenuti, emozioni e sensazioni.

I Docenti del Corso

L’alto profilo del corso, è  garantito da professionisti certificati e specializzati nei percorsi tematici proposti:
  • Luca Militello: Logopedista certificato Azienda Ospedaliera – Università di Parma;  ideatore del corso “Sciogli la tua Voce” presso Centro Quintessenza;  esercita la professione di Logopedia anche presso le strutture Rosa Prati e Hospital Piccole Figlie.
  • Emanuele Arletti: Psicologo Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale iscritto all’Albo dell’Ordine degli Psicologi e degli Psicoterapeuti dell’Emilia Romagna (Sezione A, N° 7056).